Noto, utilizza un cortile comune come “magazzino” del proprio ristorante: denunciata

Gli agenti hanno inoltre denunciato altre due persone: una per violazione di domicilio, l'altra per minacce gravi

Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Noto, hanno denunciato A. C. (classe 1985), domiciliata a Noto, per il reato di invasione di edifici, occupando un cortile comune, il pozzo luce, il sottoscala, un cortiletto ed un antico locale cucina, collocandovi strumenti utilizzati per la pulizia del proprio ristorante, abbigliamento indossato dal personale impiegato, elettrodomestici vari usati nel predetto esercizio, apportando altresì modifiche strutturali quali l’apertura di porte ed il rifacimento degli interni.

Gli Agenti hanno, altresì, denunciato A. W. D. ( classe 1962), di Noto e già conosciuto alle forze di polizia, per il reato di violazione di domicilio, perché nel settembre 2018, s’introduceva contro la volontà del proprietario nelle appartenenze della sua abitazione specie nel cortile interno di sua esclusiva proprietà.

Infine, gli Agenti hanno denunciato A. C. (classe 1984), residente a Noto, per il reato di minacce gravi poichè, nel settembre 2017, minacciava il titolare di un ristorante adiacente al bar ove lavorava, proferendo frasi minacciose.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo