Noto, un grifone atterra in periferia. Stanco ma in buone condizioni di salute

Il volatile sta bene e potrebbe aver perso il senso dell'orientamento, domani il trasporto a Messina al centro recupero rapaci

Collo bianco come quelli che si vedono nei film, passo felpato ma comunque un po’ ondeggiante per la stanchezza. Condizioni di salute buone, solo un po’ da rifocillare e accudire.

Una sorpresa per il signor Carmelo Moscatello, proprietario di alcune abitazioni in contrada Madonna Marina che lunedì mattina si è accorto di avere un ospite speciale in giardino. Era un grifone dal collo bianco, arrivato non si sa come nelle periferie di Noto. Avvertita la Forestale ed altri amici, tra cui il comandante della Forestale Francesco Campo, Pino Iuvara e Nuccio Tiberio, sono scattati i soccorsi ed i controlli per il volatile.

Stava bene, non presentava particolari problemi alle ali ed anzi, stando a quanto potuto vedere, sembrava provenire da un allevamento considerata anche la presenza degli anelli sulle dita. Non aveva paura dell’uomo. Potrebbe essersi trattato di un esemplare che perdendo la rotta in zona Parco dei Nebrodi si sia ritrovato costretto ad abbassarsi e ad atterrare in un posto isolato.

Domani sarà trasportato al centro recupero rapaci di Messina e, una volta ripresosi, dovrebbe andare nel Parco dei Nebrodi, lì dove la specie si sta nuovamente ripopolando.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo