Noto, un consigliere e due assessori in quota Gennuso. Dopo l’arresto del parlamentare Casa Pound chiede a Bonfanti di fare un passo indietro

Domani il Consiglio comunale tornerà a riunirsi e toccherà ai 3 consiglieri di opposizione farsi sentire e dire la loro sui recenti fatti dopo che nel frattempo Noto Nostra ha affisso in città un manifesto ironico contro il sindaco sulla questione bonifico

L’opposizione c’è, non si vede ma si sente. E forse è più attiva fuori dal consiglio comunale che dentro.

Da un nota di Casa Pound parte un appello alle forze politiche della città che attualmente rappresentano l’opposizione alla maggioranza che la governa dal 2011. Opposizione di cui, così a memoria, fanno parte anche movimenti o esponenti politici che dell’attuale maggioranza sono stati parte organica: tra queste Noto Libera, movimento protagonista nei primi 2 anni dell’amministrazione Bonfanti; l’ex vicesindaco Cettina Raudino – in Giunta per circa 2 anni, che attualmente è leader di Passione Civile e che è stata una tra le prime a quantificare quanto potesse costare un voto.

Opposizione di cui fa parte Noto Nostra, movimento che a dire il vero un consigliere comunale nel 2016 lo aveva eletto ma lo ha poi perso per strada. Finisce che in Consiglio comunale l’opposizione è rappresentata dai 3 consiglieri comunali della coalizione Noto Bene Comune, quella che ha come leader Corrado Figura (ex presidente del consiglio nel primo mandato Bonfanti) e che in questi giorni movimentanti non le ha certo mandate a dire alla maggioranza.

Dopo l’arresto del deputato regionale Pippo Gennuso, ritenuto dall’opposizione organico alla maggioranza in quanto esprime un consigliere (Michele Amaddio) e due assessori (Giusi Solerte e Giusi Quartararo), Casa Pound ha riavvolto il nastro e citando anche le recenti vicende portate alla luce dagli articoli di Paolo Borrometi, chiede al sindaco Bonfanti di restituire il mandato ai cittadini indicendo nuove elezioni. Domani il consiglio comunale tornerà a riunirsi e toccherà ai 3 consiglieri di opposizione farsi sentire e dire la loro sui recenti fatti dopo che nel frattempo Noto Nostra ha affisso in città un manifesto ironico contro Bonfanti sulla questione bonifico.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo