Noto, tenta il suicidio tagliandosi le vene, la Polizia sfonda la finestra e lo salva

Sul posto sono intervenuti anche il 118 e i Vigili del Fuoco

Una volante di Polizia ieri pomeriggio è intervenuta per salvare la vita a un uomo nella sua casa in centro storico. Un intervento provvidenziale, considerando che gli agenti in servizio lo hanno trovato riverso in una pozza di sangue dopo che lo stesso, per motivi ancora poco chiari, aveva tentato il suicidio tagliandosi le vene.

L’intervento è scattato nel primo pomeriggio, con la Polizia che ha sfondato la porta del balcone al terzo piano dell’abitazione dell’uomo, sfruttando anche il passaggio dall’abitazione dei vicini.

I Poliziotti, dopo essere entrati nell’appartamento, grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco, prestavano i primi soccorsi all’uomo che si era tagliato una vena del braccio destro e versava in gravissime condizioni. Sul posto giungevano subito dopo anche i sanitari del 118 che hanno stabilizzato il paziente e lo hanno trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Noto ed, in seguito, al reparto di chirurgia vascolare dell’ospedale Umberto I di Siracusa.

Il tentativo di suicidio è da ricondurre a vicende sentimentali ed alla presunta rottura della relazione con la fidanzata e non ha avuto più gravi conseguenze grazie all’immediato intervento degli uomini del Commissariato di Noto e alla perizia dei soccorritori.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo