Noto, strisce blu e check point bus turistici, dubbi su alcuni punti dell’appalto assegnato

Uffici comunali al lavoro per rispondere e verificare

La società Caia di Siracusa, che fino al precedente appalto gestiva il servizio per la sosta a pagamento in centro storico sulle strisce blu e il check point dei pulmalman turistici, ha presentato al Comune un esposto per evidenziare alcuni punti del nuovo appalto affidato, dopo regolare bando, a un’altra ditta.

Punti che secondo la Caia Srl non sarebbero attualmente rispettati dalla nuova ditta che gestisce il servizio. La comunicazione è arrivata agli uffici comunali che stanno predisponendo le verifiche per poi prendere eventuali ed opportune decisioni.

Nel dettaglio la società Caia punta il dito sui parcometri installati in quanto non “conterrebbero alcun sistema per il pagamento attraverso bancomat”, una mancanza che “non è conforme a quanto richiesto dalla stazione appaltante è che comporta la revoca dell’aggiudicazione”.

Nello stesso esposto, poi, la società siracusana chiede di sapere se è stato individuato il funzionario contabile che deve essere presente al momento del prelievo dei soldi dai parcometri insieme con il personale della ditta che gestisce il servizio e, inoltre, se è stato affidato a quest’ultimo un mezzo per gli spostamenti dentro la città. E per quanto riguarda il check point per i bus turistici, la Caia Srl chiede di sapere se è stata attivata la biglietteria automatica.

Tutti punti su cui gli uffici comunali stanno svolgendo approfondimenti, per rispondere all’esposto della società e, in caso di necessità, provvedere a eventuali interventi o decisioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo