Noto, stanziati 39mila euro per proseguire il progetto anti randagismo anche nel 2019

Dopo la cattura, i cani randagi vengono sterilizzati e poi reimmessi nel territorio

Anche nel 2019 il comune di Noto ha intenzione di proseguire il progetto per la tutela e la prevenzione del randagismo.

Sarà affidato a una cooperativa sociale di tipo B e prima della fine dell’anno nel bilancio comunale sono stati individuati i 39mila euro per permettere lo svolgimento di un progetto che è giunto alla sua 5^ edizione e che di anno in anno è stato pian piano migliorato.

Il progetto prevede la cattura, la sterilizzazione e la successiva reimmissione sul territorio, quando possibile degli animali catturati che, in alcuni casi, diventano anche i cosiddetti “cani di quartiere”. Oltre alla reimissione, è possibile anche l’affidamento in adozione specialmente di cuccioli di cani, una soluzione che ha permesso di diminuire il fenomeno.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo