Noto, i simboli del Barocco realizzati coi Lego. L’idea lanciata dall’associazione Salvatore Zuppardo

Ci vogliono 10mila "sottoscrittori" entro 58 giorni

Noto riprodotta coi Lego? Servono 10mila sottoscrittori per convincere l’azienda danese a farlo.

L’idea non è bizzarra ma il tempo stringe, mancano 58 giorni per arrivare a quella cifra e l’associazione Salvatore Zuppardo ha già lanciato l’appello sui social. E’ tutto molto semplice: basta collegarsi al sito www.ideas.lego.com, registrarsi velocemente ed esprimere il proprio ok sul progetto Noto Skyline.

Progetto ideato dal presidente dell’associazione, Corrado Zuppardo, netino residente in Lombardia. Adocchiato il contest ha pensato che le architetture netine potessero diventare costruzioni Lego e così ha ricostruito la Basilica di San Nicolò, la Porta Reale e Palazzo Ducezio.

Ho pensato che Noto – spiega – città Barocca potesse valere questa idea e allora a nome dell’associazione ho deciso di realizzare con le costruzioni che il loro sistema mette a disposizione 3 monumenti simbolo come la Basilica di San Nicolò, Palazzo Ducezio e la Porta Reale. Non è stato semplice perché Lego ti da alcuni limiti da rispettare, su tutti quello del numero di pezzi da poter utilizzare. Hanno approvato questa nostra idea e adesso è attivo il contest. Ci vogliono 10mila “sottoscrittori” e poi…“.

E poi il tempo stringe…e mancano ancora 58 giorni per convincere Lego a prendere in considerazione il progetto lanciato dall’associazione Salvatore Zuppardo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo