Noto, sembrava un tamponamento a catena ma era una disputa d’amore… finita a colpi di catena

Uno dei due denunciati, a bordo del suo scooter affiancava l’autovettura dell’altro denunciato, il quale in passato aveva avuto una relazione sentimentale con la propria moglie, costringendolo a una fuga e a un successivo inseguimento che culminava con il sinistro stradale in cui venivano coinvolte altre autovetture

Agenti della Polizia di Stato, in servizio al commissariato di P.S. di Noto, hanno denunciato due uomini entrambi conosciuti alle forze di polizia rispettivamente per i reati di falsità ideologica e danneggiamento, violenza privata e lesioni personali.

Il 26 settembre gli agenti del commissariato intervenivano in via Salvo D’Acquisto per un incidente stradale. Dalle prime dichiarazioni rese dalle persone coinvolte tutto faceva pensare a un normale sinistro causato da un tamponamento a catena.

Gli investigatori del commissariato sospettando che i fatti si fossero svolti in maniera diversa dalle dichiarazioni delle parti antagoniste hanno esperito immediate indagini di polizia giudiziaria che hanno consentito di acclarare la verità.

Uno dei due denunciati, a bordo del suo scooter affiancava l’autovettura dell’altro denunciato, il quale in passato aveva avuto una relazione sentimentale con la propria moglie, costringendolo a una fuga e a un successivo inseguimento che culminava con il sinistro stradale in cui venivano coinvolte altre autovetture. Il conducente dell’auto fuggiva a piedi mentre il suo antagonista, sceso dallo scooter, gli danneggiava l’autovettura a colpi di catena.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo