Noto, scavalca il guard rail del cavalcavia per suicidarsi: salvato dai Carabinieri

I militari sono riusciti a raggiungere ed afferrare l’uomo per le braccia, traendolo in salvo, proprio nel momento in cui lo stesso ha lasciato ogni appiglio e si è gettato nel vuoto

A Noto, nella serata scorsa, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Noto sono intervenuti presso la strada statale 115, in località “Tre ponti”, a seguito di una segnalazione al numero di emergenza 112 di un uomo con intenzioni suicidarie.

Nello specifico la segnalazione non indicava dove l’uomo avesse intenzione di compiere l’estremo gesto: solo l’accurata perlustrazione di tutte le vie cittadine ha permesso di individuare l’uomo sul ponte, alto circa 25 metri, che minacciava di gettarsi nel vuoto sottostante, a seguito dell’ennesimo litigio con l’ex compagna.

I Carabinieri intervenuti, riusciti non senza difficoltà ad instaurare un dialogo con l’uomo, ventisettenne netino, in evidente stato di alterazione, al fine di farlo desistere dalle sue intenzioni e, lentamente, ad avvicinarsi allo stesso. I militari sono riusciti a raggiungere ed afferrare l’uomo per le braccia, traendolo in salvo, proprio nel momento in cui lo stesso ha lasciato ogni appiglio e si è gettato nel vuoto.

Sollevato dal vuoto, anche grazie all’aiuto di alcuni utenti della strada che, visti i Carabinieri impegnati in questa operazione di salvataggio, hanno fornito il proprio aiuto ai militari dell’Arma, e messo in posizione di sicurezza dopo essersi accertati delle proprie condizioni di salute e che lo stesso non riportasse ferite o lesioni l’uomo è stato trasportato presso l’ospedale “G. Di Maria” di Avola per gli accertamenti e le cure del caso.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo