Noto, sale da gioco distanti dai luoghi sensibili: c’è l’ordinanza sindacale

Ci vorranno almeno 500 metri di distanza per ottenere nuove autorizzazioni

Anche il comune netino ha emesso un’ordinanza per garantire una distanza minima (500 metri) tra sale scommesse o da gioco e i cosiddetti luoghi “sensibili”, ovvero scuole, ospedali ed anche chiese.

Un’ordinanza firmata dal sindaco Corrado Bonfanti e su cui vigilerà la Polizia Municipale che arriva dopo una serie di circolari del Ministero dell’Interno e con cui si dichiara guerra alla ludopatia e al gioco d’azzardo.

L’ordinanza prevede che l’apertura di sale da gioco e spazi per l’installazione di apparecchi per scommesse non potrà avvenire a meno di 500 metri di distanza da istituti scolastici, luoghi di culto, centri giovanili e di aggregazione sociale, strutture culturali, centri ricreativi e sportivi, strutture residenziali che operano assistenza socio-assistenziale.

Prevista, inoltre, una regolamentazione degli orari di apertura. Le sale da gioco autorizzate potranno restare aperte dalle 13 alle 3 nei giorni feriali del periodo scolastico e dalle 10 alle 3 nei giorni festivi e in tutti gli altri giorni di periodo non scolastico.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo