Noto, riapre al pubblico la mostra “I Mecenati del Barocco” allestita all’ex Caserma Cassonello

Racconta le famiglie nobiliari della Noto Settecentesca

Le famiglie nobiliari netine protagoniste di una mostra che racconta le loro origini e anche i loro palazzi. Riapre al pubblico la mostra “I Mecenati del Barocco”, a cura della cooperativa sociale Tempora Onlus, dell’Associazione Guide Turistiche Noto e la Casa di Reclusione di Noto.

Noto città d’arte e patrimonio dell’Umanità – si legge nel comunicato dei curatori – è diventata un bene comune. I promotori della ricostruzione nel nuovo sito sul colle Meti furono le famiglie nobili della città che sono diventate così I Mecenati del Barocco. Il museo racconta, attraverso pannelli espositivi, storia, cultura ed economia delle famiglie nobili che si impegnarono nella realizzazione della “città ideale”“.

La mostra è allestita all’ex convento di Sant’Antonio (ex caserma Cassonello) in via Garibaldi, accanto a Palazzo Impellizzeri. Il Museo sarà visitabile tutti i giorni dalle 16 alle 20. Sabato, domenica e festivi anche dalle 10 alle 13. Martedì chiuso. L’ingresso sarà libero.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo