Noto, presentazione dei progetti “Erasmusplus”: il “Raeli” incontra gli stakeholders

Sono intervenuti le studentesse e gli studenti che hanno già partecipato alle mobilità, rispettivamente in Marjiampole, in Lituania, e a Parigi. Entrambi i gruppi hanno sinteticamente presentato con video e power point la loro esperienza e le positive impressioni, tutte altamente formative

Il “Matteo Raeli” incontra gli Stakeholders della città di Noto per la presentazione dei progetti Erasmusplus KA1 e KA2 2017-2019 . Lo scorso 1 febbraio, il dirigente scolastico Concetto Veneziano e il team dei progetti Erasmusplus, insieme a docenti e studenti coinvolti nei progetti Erasmusplus, nell’aula Magna dell’Istituto in via Platone, hanno incontrato la comunità locale per comunicare e divulgare i progetti di cui l’istituto è beneficiario, grazie all’approvazione delle tre candidature presentate alla Eu lo scorso anno 2016.

Si tratta appunto di tre progetti Erasmusplus. L’Azione KA1, dal titolo “Green Skilled Citizens for a greener world”, è finalizzata alla mobilità per la formazione europea e la crescita professionale del personale docente, perché il corpo insegnante possa acquisire nuove competenze, come le abilità verdi, le competenze comunicative in lingua inglese, digitali e soft skills. È emerso da un sondaggio svolto nel nostro istituto e territorio che il conseguimento di tali competenze è necessario e che può  aprire nuove opportunità di lavoro ai giovani. Quindi questo progetto permetterà d’arricchire l’offerta formativa e innovare i nostri curriculi, perché i docenti del “Raeli” acquisiranno metodologie, know-how e contenuti relativi allo sviluppo sostenibile, legati al mondo reale e aperti alle esigenze delle nuove generazioni che potranno diventare Ecoprofit Assistants (E. A.). La collaborazione sarà con Österreich – CPC Austria GmbH.

Un secondo progetto riguarda l’azione KA2 o partenariati strategici; è un progetto di cooperazione transnazionale per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche per modernizzare e rafforzare i sistemi di istruzione e formazione. In “Walking the line”, o KA2, i partner sono l’Institut Francesc Macià, che si trova in Cornellà – Barcellona- Spagna, scuola coordinatrice del progetto; la scuola Marijampole Ryto Basic School della Lituania; il Colegiul National Nicolae Titulescu in Craiova- Romania e la Geschwister-Scholl-Schule che si trova in Gütersloh, Germania, ove il prossimo 16 Aprile si terrà la seconda mobilità. La prima si è svolta lo scorso ottobre 2017 in Lituania. Il progetto biennale ha per titolo “Walking the line” perché coniuga attività fisiche in ambienti naturali, il rispetto per la natura, l’acquisizione di buone e salutari abitudini con lo studio della Storia e della Microstoria, l’intreccio tra i grandi eventi globali e quelli locali. Le attività di trekking-escursionismo seguiranno i sentieri che furono percorsi da coloro che riuscirono a liberarsi dalle dittature e a conquistare la libertà.

Infine un secondo progetto dell’Azione KA2 dal titolo “D.I.A.L.O.G” riguarda sempre lo scambio di buone pratiche tra docenti per prevenire l’intolleranza tra i giovani. Nel contesto della crescente diversità dell’ambiente scolastico e della crisi dei rifugiati, per combattere i pregiudizi, bisogna educare alla cittadinanza e alla responsabilità sociale. Le tecniche del teatro forum sono il centro dell’innovazione didattica di DIALOG e proprio l’apprendimento di queste tecniche ha visto impegnanti i partecipanti alla prima mobilità, svoltasi presso il Liceo Galileo di Parigi, una delle scuole partner. Gli altri partner del progetto sono la scuola di Gdynia in Polonia e la scuola di Ankara in Turchia.

Il Dirigente ha rimarcato la preziosa opportunità che questi progetti offrono non solo alla nostra scuola ma all’intera comunità che viene chiamata a vario titolo a collaborare. Infatti all’incontro hanno partecipato più associazioni locali, quali il WWF rappresentato dal Signor Fugà, l’Associazione Husky 1943, che sta collaborando per l’implementazione del progetto “Walking the line”, la stampa locale, rappresentanti dell’Ambito territoriale di Siracusa, del Comune di Noto, genitori e studenti.

Sono intervenuti le studentesse e gli studenti che hanno già partecipato alle mobilità, rispettivamente in Marjiampole, in Lituania, e a Parigi. Entrambi i gruppi hanno sinteticamente presentato con video e power point la loro esperienza e le positive impressioni, tutte altamente formative.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi