Noto, piazza XVI Maggio: bloccata la rimozione della palma pericolante

Era in programma oggi, ma il sindaco Bonfanti ha chiesto e ottenuto ulteriori approfondimenti prima che venisse estirpata. Sarebbe stata comunque rimpiazzata con un'altra dello stesso tipo

È successo tutto in poche ore: una delle palme che sovrasta i giardini pubblici della villetta dedicata a Ercole non sarà abbattuta. Lo ha deciso il sindaco, assumendosene la responsabilità, in attesa di nuovi approfondimenti. Le altre 3 palme, invece, sono state ripristinate e curate.

La palma in questione, modello Washingtonia, è pericolante e in una determina di fine anno si legge anche che l’amministrazione comunale era pronta ad abbatterla per togliere qualsiasi situazione di pericolo.

L’intervento doveva avvenire questa mattina ma nel giro di poche ore su facebook è stata alzata una polemica vera e propria sulla necessità dell’operazione. Non perché non fosse giusto togliere eventuali situazioni di pericolo, ma perché l’intervento avrebbe potuto riservare un duro attacco al verde pubblico.

Così, però, non è stato. Il sindaco Bonfanti ha bloccato tutto, spiegando che prima di un’eventuale rimozione si attendono maggiori chiarimenti anche dalla Sovrintendenza di Siracusa.

Il movimento Rinascita Sociale, inoltre, conferma che anche l’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo sia intervenuto nel dibattito, contattando alcuni esperti per verificare la concretezza di un eventuale intervento per mettere in salvo la palma centenaria.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo