Noto, Palatucci: campo secondario quasi pronto

Manto in erba sintetica ok, porte da calcio a 11 pure. E spuntano pure le corsie sui lati lunghi del rettangolo di gioco

Il rettangolo dell'Enzo Morana

Si avvicina sempre di più la consegna alla città del campo secondario (o di allenamento) di contrada Zupparda, quello ricavato alle spalle dello stadio Giovanni Palatucci all’interno dell’omonima struttura polisportiva.

È stato lo stesso sindaco Corrado Bonfanti a lanciare uno scatto sullo stato dei lavori, confermando quello che aveva già detto a inizio estate: il campo secondario, di allenamento e destinato anche ai settori giovanili, sarà intitolato a Enzo Morana, insegnante che ha dedicato più di 40 anni al Noto calcio, vestendone prima i panni di calciatore, poi da capitano e infine anche da allenatore.

Visto da fuori, il rettangolo di gioco sembra pronto: manto erboso sistemato, porte da calcio a 11 già montate e pronte all’utilizzo. Sui lati lunghi sono state ricavate 8 corsie (4 a lato) per allunghi o gare di velocità (100 metri). Inoltre, cosa che non si può dire del rettangolo di gioco principale, può vantare anche un discreto impianto di illuminazione.

Nelle prossime settimane si conoscerà il giorno dell’inaugurazione e anche il regolamento per l’utilizzo. L’intervento è costato al comune circa 230mila euro, soldi ricavati dal ribasso d’asta per i lavori da effettuare all’interno del Palatucci finanziati grazie al Credito Sportivo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi