Noto, quattro pistole e cocaina per un valore di circa 100 mila euro in un garage: arrestato dalla Polizia di Stato

Crispino è considerato da sempre uomo di fiducia del clan Trigila con compiti legati proprio allo spaccio di sostanze stupefacenti nella zona sud della provincia aretusea

Armi e droga in un garage in via Milani a Noto. Per questo gli Agenti della polizia di Stato, in servizi alla squadra mobile della questura di Siracusa, hanno arrestato Giuseppe Crispino (classe 1978), già conosciuto alle forze dell’ordine in quanto ritenuto dagli inquirenti un elemento di spicco del clan Trigila. L’arrestato, oltre all’associazione a delinquere di stampo mafioso, ha già commesso i reati di estorsione e detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli investigatori della squadra mobile aretusea, nel tardo pomeriggio di ieri, lo hanno colto nella fragranza dei reati di detenzione ai fini di spaccio di droga e detenzione di armi clandestine. Nel corso dell’operazione di Polizia, gli agenti hanno effettuato una perquisizione in un locale adibito a cantina in via Milani, di cui Crispino aveva l’uso esclusivo, che ha consentito di rinvenire e sequestrare 640 grammi di cocaina in pietre e conservata sotto vuoto (per un valore che si aggira intorno ai 100 mila euro), 2.555 euro in contanti che l’uomo portava con se all’interno di un borsello, quattro pistole (di cui due con matricola abrasa e una risultata rubata nel 2014 a Caserta a una guardia giurata).

Nel locale sono state inoltre rinvenute 149 cartucce (rispettivamente calibro 38 e 7. 65), vari bossoli esplosi, una cartuccia calibro nove, vario materiale utilizzato per il confezionamento della droga e una maschera carnevalesca. Tutto il materiale sequestrato sarà sottoposto a ulteriori analisi mentre l’arrestato, dopo le incombenze di rito è stato condotto in carcere.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo