Noto, “Nella ferita la cura”, tutto pronto per la 5^ edizione

Dall'11 al 14 gennaio convegni, approfondimenti e passeggiate per andare alla scoperta della Valle del Carosello

La porta della Montagna a Noto Antica

Sarà un weekend interamente dedicato a Noto Antica e alla scoperta della Valle del Carosello quello che si avvicina. In concomitanza col ricordo del terribile terremoto che l’11 gennaio 1693 distrusse la vecchia Noto costruita sul monte Alveria, anche quest’anno torna puntuale l’appuntamento promosso dalla sede di Noto dell’Archeoclub d’Italia: è la 5^ edizione di un momento che diventa ricordo, approfondimenti e coinvolgimento.

Ed è il titolo stesso a spiegare alla perfezione l’idea che la sezione netina presieduta da Laura Falesi vuole tramandare di generazione in generazione. “Nella ferita la cura” indica la forza con cui la Noto e i netini di un tempo riuscirono a risollevarsi dopo il terremoto del 1693, ma vuole anche segnare un modo ben preciso di vedere le cose: le difficoltà che diventano opportunità.

Ad aprire la rassegna, giovedì mattina, un convegno dal titolo “Dentro il terremoto” organizzato in Sala Gagliardi. Nel pomeriggio, invece, nel nuovo complesso museale del Barocco concerto di Carlo Muratori. Sabato altro momento importante, col convegno “Le concerie di Noto Antica”. Domenica mattina, invece, passeggiata a Noto Antica e nella valle Carosello.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo