Noto, nel weekend torna Codex, il Festival dei nuovi linguaggi performativi

Il teatro, sempre cuore del festival, è incentrato sulla nuova drammaturgia contemporanea e sul melting pot dei linguaggi

Da oggi a domenica 15 settembre va in scena a Noto le settima edizione di Codex, festival multidisciplinare con differenti focus sui nuovi linguaggi delle arti performative, presentato in conferenza stampa di apertura oggi nella Sala degli Specchi di Palazzo Ducezio.

Il teatro, sempre cuore del festival, è incentrato sulla nuova drammaturgia contemporanea e sul melting pot dei linguaggi. In scena al Teatro Comunale Tina Di Lorenzo questa sera il regista attore, considerato soprattutto come il più grande drammaturgo italiano vivente, Mimmo Borrelli con lo spettacolo Napucalisse, dove la particolarità dei dialetti utilizzati, provenienti dalla zona dei Campi Flegrei fuori Napoli, sono rivisitati in chiave poetica e drammaturgica, creando un linguaggio aspro e duro, letterario e popolare al contempo.

La compagnia Teatropersona di Alessandro Serra presenterà domani sera sempre al Teatro Tina Di Lorenzo “L’ombra della sera”, ispirato alla vita e alle opere dello scultore e pittore svizzero Alberto Giacometti, il cui universo, come si legge nelle note di regia, viene rievocato co un racconto silenzioso ed esistenziale, fatto di immagini e movimento, sviluppato dal punto di vista femminile grazie all’interprete danzattrice Chiara Michelini. Il cinema, costante nelle varie edizioni, quest’anno si concentra sulla forma documentaria con The strange sound happines di Diego Pascal Panarello.

La musica avrà spazio al Convitto  delle Arti (ex Convitto Ragusa) in corso Vittorio Emanuele 91 dalle 23 di oggi e domani. Viene dedicato inoltre spazio e cura a due Residenze artistiche, che si terranno dall’inizio della settimana del festival, e avranno un momento di studio aperto al pubblico: domani alle 18.30 The Parents. primo studio sulla paternità, diretto da Orazio Condorelli, e domenica, alle 18.30, “Il palco è morto” a cura di Carlo Genova di Città Sommerse Teatro

Inoltre il festival ospiterà dalle 14.30 di oggi, alla Cantina Sperimentale in largo Pantheon, un incontro/dibattito a cura di Arcipelago. Osservatorio per i festival della scena contemporanea in Sicilia dal titolo isolani, ma non isolati: una rete per i festival in Sicilia. Fotografare il sistema per razionalizzare gli interventi,  a cui interverranno numerosi direttori e operatori artistici siciliani.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo