Noto, muore di infarto alla guida della sua auto, vani i soccorsi

La macchina è andata a sbattere su un muro di via Roma

Non è bastata la lucidità di un giovane operatore socio-sanitario (Oss) di Noto che ha assistito alla scena e nemmeno l’intervento di una turista dottoressa: un netino di 72 anni è morto oggi pomeriggio colpito da infarto mentre era alla guida della sua automobile (una Toyota Yaris).

L’uomo stava percorrendo via Roma, quando all’altezza dell’incrocio con via Salvatore La Rosa ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro il muro di un edificio, senza coinvolgere nell’incidente altre macchine o pedoni.

Chi ha assistito alla scena ha subito capito che l’uomo era stato colpito da un malore: mentre veniva chiesto l’intervento dell’ambulanza, un giovane Oss di Noto, che si trovava nella macchina dietro a quello dello sfortunato uomo, è sceso per prestargli il primo soccorso, provando in tutti i modi e per diversi minuti a far ripartire il suo cuore mentre si aspettava l’arrivo del 118, che sarebbe arrivato da lì a pochi minuti ma, secondo quanto riferito dai presenti, “nella prima ambulanza non sarebbe stato presente alcun medico” e quindi “si è dovuto attendere l’arrivo di un’altra ambulanza con medico a bordo”.

Ma non c’è stato nulla da fare, se non constatare la morte dello sfortunato anziano e accendere, almeno sui social, una velata polemica sui “presunti ritardi nell’arrivo dell’ambulanza con il medico a bordo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo