Noto, mostra la nuova pistola alla famiglia e parte un colpo: denunciata una guardia giurata

La Polizia di Stato ha poi rilevato la scalfittura del pavimento, coperta da uno strato di stucco e la rottura dello zoccoletto. Quanto al proiettile esploso, era stato gettato tra i rifiuti conferiti alla ditta di smaltimento

Immagine generica di repertorio

La Polizia ha denunciato B.E. netino di anni 31, guardia particolare giurata per la violazione del regolamento del Questore sull’utilizzo delle armi. I fatti si riferiscono all’ultima decade di gennaio. Nel dettaglio, il 25 il commissariato netino veniva a conoscenza di un episodio inquietante: dentro un’abitazione era partito uno sparo di pistola accidentalmente, facendo così partire le indagini sul territorio.

Gli accertamenti condotti dalla Polizia hanno permesso di ricostruire i fatti che sarebbero occorsi la sera del 21 gennaio. Secondo quanto raccontato dalla Polizia, infatti, B. E., insieme con la moglie, si recava nell’abitazione dei genitori  e conclusa la cena, nel corso di una normale conversazione, avrebbe mostrato con soddisfazione il revolver acquistato pochi giorni prima per svolgere i servizi di vigilanza, estraendolo dalla fondina.

Convinto che l’arma fosse in sicurezza e non fosse pronta per lo sparo, puntava il revolver verso la porta d’ingresso dell’abitazione premendo il grilletto. Inevitabilmente e pericolosamente partiva il colpo che andava a scheggiare il pavimento conficcandosi nello zoccoletto accanto alla porta.

La Polizia di Stato ha poi rilevato la scalfittura del pavimento, coperta da uno strato di stucco e la rottura dello zoccoletto. Quanto al proiettile esploso, era stato gettato tra i rifiuti conferiti alla ditta di smaltimento.

B. E. veniva convocato in commissariato e denunciato per aver violato il regolamento del Questore in quanto, nella qualità di guardia particolare giurata non usava la massima accortezza e diligenza nella custodia ed uso dell’arma in dotazione, mettendo seriamente in pericolo l’incolumità fisica dei familiari. La Polizia ha proceduto anche al ritiro cautelare dell’arma e del libretto di porto pistola per i successivi adempimenti finalizzati al divieto detenzione armi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo