Noto, mensa scolastica: pubblicata la nuova gara d’appalto

Spesa totale circa 150mila euro, servizio da assegnare fino al 2019

Buone notizie per il servizio di refezione scolastica: il Comune ha dato l’ok alla nuova gara d’appalto per affidarlo fino al 2019, prevedendo una spesa di circa 150mila euro in totale.

Sono 7 le ditte invitate a partecipare alla seconda gara d’appalto pubblicata nel giro di pochi mesi dal comune. La precedente, infatti, era andata deserta, costringendo così il comune a rinviare l’avvio del servizio. Comune che per non perdere tempo e allungare i disagi per le famiglie dei bambini che frequentano classi a tempo prolungato, si era visto costretto ad affidare il servizio provvisoriamente a una ditta netina.

Il servizio consiste nella fornitura di pasti caldi in 7 plessi scolastici cittadini. Fornitura che avverrà col sistema dei pasti caldi, consistente in: preparazione, confezionamento, trasporto, preparazioni e somministrazioni, con riordino e pulizia dei luoghi utilizzati. In totale i pasti da distribuire tra 2018 e 2019 sono 29.150, mentre l’importo a base d’asta per singolo pasto è di 4,70 euro, esclusa l’iva calcolata al 4%.

Saranno 7 in totale i plessi scolastici serviti. Nel dettaglio il Don Bosco di via Fornaciari, il Bambina di via Canova e il Montessori di via Montessori; il plesso Maiore di via Roma; i plessi Collodi di via Platone, Focà di via Roma e quello di Testa dell’Acqua.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo