Noto, maltempo, allarme e polemiche. L’opposizione attacca il sindaco “ha toppato”. Replica la maggioranza: “basta sciacallaggio politico”

Il Grecale (ammesso fosse quello) non soffia più, in compenso restano alcuni spifferi di polemica a distanza tra opposizione e maggioranza sulla gestione dell’allerta meteo nel weekend

La coalizione Noto Bene Comune e l’ex candidato a sindaco Corrado Figura passata la tempesta di vento attaccano senza troppi giri di parole il sindaco Corrado Bonfanti con una lunga nota riportata qui sotto integralmente.

“Signor Sindaco Bonfanti, ancora una volta lei ha “toppato”! Non ha tenuto conto delle previsioni e non ha, come recita l’articolo 26 dello Statuto del Comune di Noto, “emesso ordinanze a difesa della salute dei cittadini”. Attraverso il suo profilo Facebook solamente alle 20,14 di sabato 23 lei consigliava di non percorrere le strade collinari nelle ore notturne per eventuale presenza di ghiaccio, e non sostare lungo le strade costiere per i forti venti. Diceva inoltre che le strade non presentavano situazioni di particolare pericolo. Davvero sig. Sindaco le strade erano sicure? Davvero lei crede che basta un post su un social network per consigliare la popolazione? E chi non può o non vuole seguire i social? Già da qualche giorno i principali mezzi di informazione nazionali e regionali nonché le applicazioni meteo annunciavano forti piogge e vento da nord-est fino a 100 km. orari, e nel primo pomeriggio la neve era presente e ben visibile anche in territorio di Noto. Inoltre, molti dei comuni vicinori avevano allertato la popolazione nel corso della mattina e nel pomeriggio. Perché ha aspettato le 20,14 per fornire informazioni parziali e finanche fuorvianti? Nel post pubblicato ieri sera, infine, lei denuncia la diffusione di “false comunicazioni per confondere e creare caos”. Se questo risponde al vero le esprimiamo solidarietà in attesa che lei si rechi al più presto a denunciare l’accaduto agli organi competenti affinché facciano chiarezza; perché lei non può buttare una frase del genere come se fosse dal verduraio. Lei sindaco Bonfanti amministra malamente questa città, lei è bravo ad indossare la fascia tricolore e ricevere premi che merita la città e chi vi investe e lavora. Amministrare una città, Sig. Sindaco, è un esercizio gravoso e non una cena di gala. Noi lo sappiamo da tempo, e lo terremo a mente quotidianamente quando governeremo”.

La replica della maggioranza non si è fatta attendere. E porta la firma dei movimenti politici che sostengono il sindaco Corrado Bonfanti: Forza Italia, Patto per Noto ed Impegno per Noto. Una nota che ribatte alle accuse dell’opposizione evidenziando anche il gran lavoro svolto dall’unità di crisi domenica.

“Il week end appena trascorso è stato caratterizzato da un forte maltempo che ha interessato il nostro territorio comunale, con ingenti danni a cose ed attività, ma, per fortuna, senza danni a persone. L’incessante lavoro delle autorità comunali, con in testa il Sindaco, della Protezione Civile, delle Forze dell’ordine, dei Vigili del fuoco, dell’Enel e delle ditte private ha permesso di intervenire nelle numerosissime situazioni di emergenza verificatesi nel territorio di Noto, con un lavoro professionale, che ancora in queste ore tenta di riportare la normalità ovunque. Calabernardo, Balata, Lido di Noto, Testa dell’Acqua, Granieri, Villa Vela, San Corrado di fuori, la Villa Comunale sono solo alcune delle zone interessate dagli interventi, ma è ovvio che ci vorranno giorni prima di ripristinare tutti i servizi interessati. Dispiace che, anche davanti da un’oggettiva assenza di qualsivoglia responsabilità da parte delle autorità comunali, con in testa il sindaco, alcuni (pochi per fortuna) cittadini e forze politiche vogliano “aizzare le folle”, cavalcando disagi e paure, con argomenti falsi.  Il sindaco Bonfanti, autorità territoriale di governo, ha esattamente e tempestivamente adempiuto agli obblighi di legge in ordine alla salvaguardia dei cittadini, attenendosi rigorosamente alle comunicazioni provenienti dal Dipartimento Regionale di Protezione civile che, come desumibile dal bollettino di sabato 23 febbraio (allegato), prevedeva per la nostra zona, dalle 16.00 di sabato 23 febbraio alle 24.00 di domenica 24 febbraio, un livello di attenzione giallo per il rischio meteo-idreologico e idraulico e addirittura verde per il rischio idraulico, in una scala crescente che prevede i rischi arancione e rosso. Ed allora, davanti a situazioni come quella appena trascorsa di emergenza e disagio per la nostra comunità, lo sciacallaggio politico non giova al bene di nessuno, integrando un modo volgare e spregiudicato di partecipare al dibattito pubblico. Pertanto, non volendo assolutamente scendere a tale basso livello di confronto, questa nota vuole essere un ringraziamento sentito a tutti i soggetti intervenuti attivamente in questa emergenza e a tutti i cittadini che hanno collaborato e sopportato i tanti disagi, nella convinzione che il rispetto delle regole, il buon senso e la solidarietà siano il miglior antidoto contro l’imbarbarimento di azioni e linguaggio”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo