Noto, lettera degli ex aderenti di Fi. Per il nuovo coordinatore cittadino Caristia “uno sfogo di chi non è mai entrato nel partito”

Dopo l'uscita del gruppo che fa riferimento al movimento Noto Nostra, la presa di posizione dell'ex vicesindaco ai tempi di Corrado Valvo

È botta e risposta a distanza tra gli ex aderenti a Forza Italia e il nuovo coordinatore cittadino del partito Francesco Caristia. Sabato mattina l’ex sindaco Raffaele Leone e l’ex candidato a sindaco Salvo Veneziano hanno comunicato, insieme ad altre 16 persone, la loro fuoriuscita da Forza Italia dopo l’ingresso del sindaco Corrado Bonfanti e di una buona parte della sua maggioranza dicendo di non “essere compatibili”.

All’indomani della lettera invitata direttamente al presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi, ha preso posizione il nuovo coordinatore cittadino di Fi Francesco Caristia, nominato dal commissario provinciale Bruno Alicata proprio nei giorni che hanno preceduto l’ingresso di Bonfanti a Forza Italia.

“Più che una comunicazione – dice Caristia – è lo sfogo di chi, non essendo mai entrato in Forza Italia, non poteva pertanto uscirne. E non poteva nemmeno definirsi come una base da consultare preventivamente. Viceversa, l’adesione al partito di Bonfanti ed altri è frutto di sane, meditate e reciproche riflessioni ed è avvenuta, soprattutto, in punta di piedi, senza richiedere alcunché, diversamente da questuanti del passato che, pur privi di consenso popolare, pretendevano magari la luna o, per rimanere sulla Terra, la candidatura alle scorse elezioni politiche”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo