Noto, la pianista Gilda Buttà e il violoncellista Luca Pincini a Notomusica 2018

In programma musiche di Morricone, Debussy, Chopin, Falla, Rachmaninoff, Schumann

Ennio Morricone li considera tra i suoi musicisti preferiti e di fiducia. Sono bellissimi e bravissimi. Lei bionda, lui bruno, sono una coppia affascinante in concerto e nella vita. Gilda Buttà al pianoforte e Luca Pincini al violoncello, felicemente moglie e marito, si esibiscono al 43 Festival Internazionale Notomusica con un programma variegato che trascorre proprio dalla musica da film ai grandi classici. Da Chopin a Schumann, da Debussy a Rachmaninoff a Falla, fino appunto a Morricone, con le due Suite dedicate alle colonne sonore composte per Giuseppe Tornatore e Sergio Leone). L’appuntamento è per domenica 22 luglio nel Cortile dell’ex Collegio dei Gesuiti alle ore 21,15.

Gilda è siciliana e ha iniziato gli studi, a sei anni, con il padre violinista. Ha proseguito, successivamente, vincendo una borsa di studio al Conservatorio di Milano e si è diplomata a sedici anni, sotto la guida di Carlo Vidusso, con il massimo dei voti e la lode. Nello stesso anno, ha debuttato come solista con l’Orchestra della Rai di Milano, vincendo da lì a poco concorsi nazionali ed internazionali. La sua carriera l’ha portata ad esibirsi per le più importanti Istituzioni, come solista e in formazioni da camera, in tutta Europa, U.S.A., Paesi Orientali, Russia e Israele.  Collabora, da oltre venticinque anni, con il Maestro Ennio Morricone, alla discografia in cd e dvd. Annovera collaborazioni con Mina e Vasco Rossi. E’ attualmente docente di pianoforte al Conservatorio L. Refice di Frosinone.

Luca ha ricevuto, a sette anni, le prime lezioni di musica dal padre. Ha intrapreso lo studio del violoncello, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode, seguendo nel tempo illustri insegnanti, quali Vitaliano Moscardi e Maurizio Gambini, frequentando i Conservatori di Pesaro, Perugia, Milano, nonché le Accademie di Santa Cecilia a Roma, della Fondazione A. Toscanini a Bologna e Chigiana di Siena. Si è poi perfezionato anche in musica da camera, con il Trio di Trieste, all’Accademia di Duino ed ancora all’Accademia Chigiana di Siena. Ha vinto, giovanissimo, il Primo Premio al Concorso L. Perosi di Biella ed alla Rassegna Nazionale di Vittorio Veneto. Collabora con prestigiose orchestre. Come la consorte, è stato protagonista praticamente in tutto il mondo.

Il violoncello di Luca Pincini e il pianoforte di Gilda Buttà rappresentano infatti quanto di più interessante ci si possa attendere dall’accostamento di eclettiche personalità musicali.Entrambi, dopo essere stati brillanti e precoci studenti con illustri maestri, hanno intrapreso la via dei concorsi nazionali ed internazionali, ottenendo numerose vittorie e premi.

Si sono poi incontrati già in carriera, in un crescendo di consensi, stabilendo una particolare forma di collaborazione, rispettosa della più grande tradizione, ma allo stesso tempo innovativa, dai forti caratteri interpretativi, progettualmente originale. Come le due identità siano in grande equilibrio tra loro, è un fatto assai raro.

Oltre all’impegno nel linguaggio classico, jazz, pop, rock, etnico, elettronico, sono spesso interpreti, come si è anticipato, della musica per il cinema. Ennio Morricone, Gianni Ferrio, Armando Trovajoli, Luis Bacalov, Nicola Piovani, Franco Piersanti, Paolo Buonvino, Carlo Siliotto, Antonio Di Pofi, Stefano Mainetti, Marco Betta, Pasquale Catalano, Lele Marchitelli, Bruno Zambrini e…tantissimi altri, hanno scritto per loro.

Tra le centinaia di colonne sonore alle quali hanno partecipato, li possiamo facilmente riconoscere, insieme o separatamente in La Piovra, Love Affair, Legami, La leggenda del pianista sull’oceano, Canone inverso, Il Papa Buono, La Sconosciuta, Baarìa, La migliore offerta, Le notti di Pasquino, La voce della luna, Caro diario, la Stanza del figlio, Les Enfants du siécle, Il cielo cade, Almost America, Padre Pio, Preferisco il rumore del mare, Cuore, Il Commissario Montalbano, Il Caimano, L’ultimo bacio, Ricordati di me, Piazza delle cinque lune, Aldo Moro, Ferrari, Io Napoleone, Piano solo, Caos Calmo, EX, La versione di Barney, The tale of tales.

Con particolare frequenza sono impegnati nelle produzioni di Ennio Morricone (colonne sonore, musica assoluta, tournèe…), il quale ha affidato e dedicato a loro pagine esclusive della sua musica, nonché numerosi arrangiamenti. Ultime loro uscite discografiche sono state: Two Skies, Composers, CLATAJA, Absolutely Ennio Morricone, Playing George Gershwin, 4 Italian Oscars, Composers Vol. II, L’ovvio romantico, 2 x Trio, Composers Vol. III.

Il Festival Internazionale Noto è promosso e sostenuto dal Mibact-Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, dall’Assessorato Regionale al Turismo e dal Comune di Noto. Il festival è organizzato e prodotto dall’Associazione Concerti Città di Noto, fondata da Corrado Galzio nel 1975.

Promozioni: biglietto famiglia (per nuclei di almeno 4 persone, con figli non maggiorenni): 4 ingressi € 40 (altri figli € 8 cadauno); per il concerto del 02/08 € 90,00 (altri figli € 10,00) per i concerti del 6 e 9/08 € 60,00 (altri figli € 10,00). Ingressi: intero €15+dp, ridotto (studenti fino ai 25 anni) €10; concerto del 02/08 intero € 30,00+dp, concerti del 6 e 9/08 € 20,00.

Prevendita attiva dal 25/06 presso Info Point Città di Noto – Corso Vittorio Emanuele n.135 e Ortigia Viaggi – Viale Tica n.144, Siracusa; Circuito Box Office Sicilia – Via Leopardi n.95, Catania. Prevendita biglietti on-line www.notomusicafestival.com, Circuito Box Office Sicilia www.ctbox.itwww.boxol.it. Associazione Concerti Città di Noto – Palazzo Nicolaci, via Cavour n.53 – tel/fax +39 0931 838 581, associazioneconcerti@tin.it


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo