Noto, incidente al passaggio al livello, l’autopsia sul corpo della donna: “Troppe lesioni, il ruolo del treno resta ancora decifrare”

Intanto la procura ha nominato un consulente esterno per riuscire a ricostruire la dinamica

Svolto l’esame autoptico sul corpo di Santina Dugo, la donna di 62 anni morta nell’incidente che si è verificato martedì 23 aprile al passaggio a livello di contrada Zupparda.

Esame disposto dalla Procura, con il pm Francesca Eva che sta conducendo le indagini coordinate dal procuratore capo Fabio Scavone.

Ad occuparsene è stato il medico legare Orazio Cascio, il quale consegnerà alla Procura i suoi rilievi dopo aver ispezionato il cadavere della sfortunata donna.

Da quel poco che trapela, sul cadavere sarebbero state trovate “eccessive lesività” e “resta ancora da decifrare il ruolo del treno”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo