Noto, Imu agricola: la Giunta propone i piani di rateizzazione

Da accettare entro il 30 aprile, scelta condivisa coi rappresentanti di categoria

La giunta comunale ha da poco approvato i piani di rateizzazione per i contribuenti che devono versare l’Imu agricola riferita agli anni 2014 e 2015.

Piani che hanno 3 scaglioni di riferimento in base all’importo complessivo che va versato in autoliquidazione. Chi deve versare un totale che non supera i mille euro può farlo in unica soluzione entro il 30 aprile e così non vedrà applicarsi sanzioni e interessi.

Discorso diverso per i contribuenti che devono versare un importo fino a 30mila euro. Per loro c’è l’opportunità, accettando il piano di rateizzazione entro il 30 aprile, di versare entro quella data il 10% e poi di spalmare il resto in 8 rate mensili fino alla fine dell’anno e di non vedersi applicate sanzioni e interessi.

C’è, inoltre, l’opportunità di spalmare quanto dovuto in altre 6 rate mensile a partire dal 2019 ma chi sceglie questa soluzione deve mettere in conto una sanzione del 30% e gli interessi legali sul debito residuo. Il terzo scaglione e ultimo scaglione è per chi si ritrova a pagare più di 30mila euro. Valgono le opportunità del secondo scaglione, fatta eccezione che nelle rate 2019 non sarà applicata alcuna sanzione ma solo gli interessi.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi