Noto, “Giacinto – Nature Lgbt”: il 5 e 6 agosto la III edizione con Eva Grimaldi, Cecchi Paone e Daniele Gattano

Anche quest’anno il festival vivrà nel raffinato cortile dell’ex Convitto Ragusa, contaminando il centro storico di Noto con varie iniziative. Una terza edizione ricca di mostre, documentari ed incontri con ospiti di eccezione del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo

Torna il 5 e il 6 agosto l’evento più atteso dell’estate: “Giacinto – Nature Lgbt”, festival di informazione e approfondimento sulla cultura omotransessuale, la cui direzione artistica è affidata all’attore Luigi Tabita. Tra i protagonisti di questa edizione: la madrina dell’evento Eva Grimaldi, Alessandro Cecchi Paone e il comico di Colorado Daniele Gattano.

Il festival ideato e diretto dall’attore ed operatore culturale Luigi Tabita, da sempre in prima linea nelle lotte per i diritti civili e pari opportunità, prevede due giorni di lavori durante i quali, attraverso l’utilizzo di linguaggi differenti, si racconteranno le realtà e i nodi che più interessano la comunità Lgbt (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali). Il festival è patrocinato dal Senato della Repubblica e dalla Camera dei Deputati perché è stato riconosciuto come evento culturale volto a valorizzare il rispetto delle differenze ed a contrastare le discriminazioni.

Tanti gli ospiti e i temi di questa terza edizione – afferma il direttore artistico – cercheremo di raccontare uno degli orientamenti sessuali che ancora oggi appare difficile da comprendere e che rimane fortemente nell’ombra, imbrigliato tra pregiudizi e stereotipi socio-culturali, ovvero la bisessualità, affronteremo il tema della sessualità e disabilità, specialmente delle persone omo-bi-transessuali, che ancora scandalizza molti e che è materia di un disegno di legge, discuteremo sulla necessità di una legge contro l’omotransfobia in risposta agli episodi violenti che le cronache ogni giorno ci raccontano”. 

Madrina della manifestazione sarà Eva Grimaldi, attrice amata dal grande pubblico che nel bel mezzo della sua carriera artistica ha deciso di vivere pubblicamente un amore omosessuale sfidando pregiudizi e tabù.  Anche quest’anno il festival vivrà nel raffinato cortile dell’ex Convitto Ragusa, contaminando il centro storico di Noto con varie iniziative. Una terza edizione ricca di mostre, documentari ed incontri con ospiti di eccezione del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi