Noto, Falso allarme bomba all’ufficio postale: denunciato per procurato allarme e detenzione illegale di armi bianche

Alle ore 10,20 di ieri, giungeva alla sala operativa della Questura di Siracusa una segnalazione anonima di un pacco bomba all’interno dell’Ufficio Postale in via Zanardelli a Noto che sarebbe esploso da li a poco.

Agenti del Commissariato di P.S. di Noto, unitamente ai colleghi della Polizia Municipale, si recavano nell’ufficio Postale e, previo accordo col Direttore, con discrezione ed evitando eccessivi allarmi che la notizia in se poteva provocare, facevano sgomberare i locali dove erano presenti i dipendenti e numerosi avventori, quindi inibivano l’accesso al traffico veicolare e pedonale nelle vie limitrofe a via Zanardelli.

Il personale operante procedeva di conseguenza e con le opportune cautele alla ispezione di tutti locali dell’Ufficio postale con particolare attenzione all’ufficio dove erano stipati i pacchi. Il sopralluogo si concludeva alle ore 11,30 con esito negativo, consentendo all’Uffico di riprendere la regolare attività.

Contestualmente veniva avviata mirata attività investigativa volta a rintracciare l’autore della chiamata anonima identificato in L. G. residente in Noto che è stato denunciato per i reati di procurato allarme e interruzione di pubblico servizio; lo stesso ha motivato il gesto per postergare il pagamento di un assegno postale da lui emesso ed in scadenza nella giornata di ieri.

La successiva perquisizione domiciliare consentiva di recuperare una sciabola ed un pugnale illegalmente detenuti e, per tali motivi,l’uomo è stato denunciato per detenzione illegale di armi bianche.
 

 

 

Nella serata di ieri, Agenti del Commissariato di P.S. di Noto sono intervenuti in via Puccini per l’incendio doloso di una Peugeot 206 e di una Fiat Panda. Indagini in corso.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo