Noto, ex convento di San Domenico, quasi 5 milioni di euro per completare i lavori di ristrutturazione

Intanto un'ala dell'edificio è quasi pronta: entro Natale saranno trasferite le prime classi dell'istituto Matteo Raeli

Buone notizie per quello che una volta era il convento dei Padri Domenicani diventata poi la sede dell’istituto Magistrale: la Regione Siciliana ha dato l’ok ai 2 progetti presentati dal comune di Noto per completare i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza dell’intera struttura. Le somme arriveranno grazie ai fondi Fesr Sicilia 2014-2020.

A dire il vero, però, dentro la struttura sono già in corso alcuni lavori e stando a quanto dichiarato dal sindaco Corrado Bonfanti sarebbero ormai prossimi alla conclusione, tant’è che già prima delle festività natalizie l’ala del secondo piano su lato via Giordano Bruno sarà nuovamente riaperta e potrà tornare a ospitare le classi dell’istituto superiore Matteo Raeli con ingresso dal portone principale, quello adiacente alla chiesa di San Domenico. Sarà riconsegnato anche il chiostro interno.

“Abbiamo ottenuto il finanziamento di 2 progetti distinti – spiega il sindaco Corrado Bonfanti – che ci permetteranno il definitivo completamento dell’ex convento di San Domenico. Ci permetteranno innanzitutto di concludere la ristrutturazione già iniziata e poi di poter mettere l’intera struttura in sicurezza. Ritengo sia un successo di programmazione e progettazione che evidenzia la buona capacità di intercettare finanziamenti pubblici. I cantieri partiranno nei prossimi mesi ma intanto siamo già pronti a restituire all’istituto Raeli un’ala dello stesso ex convento, così come il chiostro centrale all’intera città”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo