Noto, delegazione della città all’Infiorata per Leonardo organizzata a Vinci, in Toscana

Il bozzetto realizzato si intitolava "Leonardo: uomo e natura" e raffigurava un dettaglio dell'occhio dello scienziato morto 500 anni fa

C’era anche una delegazione di Infioratori di Noto a Vinci, nel weekend, dove l’associazione nazionale Città dell’Infiorata ha partecipato all’Infiorata per Leonardo, un momento dedicato al grande scienziato italiano a 500 anni dalla sua morte.

La delegazione netina, accompagnata dall’assessore al Turismo Giusi Solerte, era formata da Lucio Pintaldi, Egidio Zuccarello, Flavia Lombardo, Corrado Roccaro e Cettina Lauretta, quest’ultima autrice del bozzetto dedicato a Leonardo e incastonato, graficamente parlando, come uno dei sei petali del fiore realizzato in piazza Castello, appunto a Vinci, città natale di Leonardo.

Assieme a Noto, sono state invitate le città di Bolsena (Viterbo), Fucecchio (Firenze), Genzano di Roma (Roma), Gerano (Roma), Poggio Moiano (Rieti) e Genazzano (Roma). Nei quadri delle altre città fioccano riferimenti ai quadri di Leonardo, come la Madonna di Benois, Gioconda, San Giovanni Battista e anche la Belle Ferroniere.

Ciascuna città ha realizzato un quadro infiorato, mentre al centro c’era lo stemma del Comune di Vinci,

Il bozzetto realizzato dagli Infioratori netini si intitolava “Leonardo: uomo e natura”  e raffigurava un dettaglio dell’occhio dello scienziato.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo