Noto, corteo Pro Trigona. Il sindaco Bonfanti: “la città si sente raggirata”

Intervento breve anche per ringraziare chi ha partecipato

“È fortunata la città di Noto quando abbandonando ogni bandiera politica riesce a manifestare con grande garbo e rispetto delle regole. Questa non è una campagna politica di una parte, ma della città intera che si sente offesa e raggirata”.

Con queste parole il sindaco Corrado Bonfanti si è rivolto, ringraziandoli, ai cittadini che hanno manifestato con ordine questa mattina partecipando al corteo che da piazza Municipio ha raggiunto l’ospedale Trigona.

“Dopo la grande manifestazione di stamane a Noto le autorità sanitarie regionali e locali rimettano in ordine  il funzionamento degli ospedali di Noto ed Avola con il ritorno dei reparti di Ostetrica e Pediatria – dice l’ex assessore regionale Bruno Marziano – Come si ricorderà lo spostamento a Siracusa dei due raparti di Noto fu motivato come temporaneo e per carenza di personale. Ora è passato fin troppo tempo e in molti hanno pensato ad una “rifunzionalizzazione” degli ospedali  riunuti Avola-Noto. Un fraintendimento  in cui sono caduti anche amministratori locali, manifestando una certa approssimazione nelle valutazioni. Stamane migliaia di cittadini  hanno manitestato per  una corretta funzionalità dei due ospedali  richiedendo  il ritorno dei reparti Ostetricia e Pediatria. Occorre dare risposta a questa forte manifestazione   dei cittadini-utenti  aprendo   un tavolo di confronto fra le autorità sanitarie regionali ( Assessorato competente ) e le autorità sanitarie locali. Sono certo che un ruolo importante per aprire un tavolio decisivo può essere svolto dalla Commissione  Sanità della Assemblea Regionale della cui presidente Margherita  Rocca Rugolo  conosco  la sensibilità umana e politica”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo