Noto, controlli in centro storico, la Polizia sequestra due pappagalli utilizzati per attività illecita

Nonostante le ordinanze di divieto, i pappagalli vengono privati delle ali e utilizzati per attrarre le persone e convincere loro a lasciare qualche offerta

Nell’ambito delle direttive impartite dalla Prefettura in sede di comitato provinciale e dalla Questura di Siracusa, per arginare e contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale che incide sul degrado urbano e sulla percezione di sicurezza, hanno continuato ad espletare controlli in tutto il centro storico della città ed in special modo nel corso Vittorio Emanuele, le vie parallele Duicezio e Cavour e  nella villa comunale.

Gli agenti di Polizia, transitando per via Ducezio su autovettura di servizio, in corrispondenza dell’incrocio con via Arnaldo da Brescia, notavano la presenza di un  giovane, verosimilmente minorenne, appartenente all’etnia nomade dei cosiddetti caminanti, con in mano due pappagalli in procinto di esercitare illecita attività commerciale nel centro storico della città, consistente nell’attrarre i turisti per una foto ricordo col pennuto sulla spalla dietro elargizione di compensi economici.

In tal senso, nei mesi antecedenti era stata emanata apposita ordinanza del comune per infrenare questo ricorrente fenomeno. Il minore in questione, alla vista degli agenti operanti che si indirizzavano verso la sua persona, si dava alla fuga per i vicoli circostanti, lasciando sul marciapiede i due pappagallini che, pertanto, venivano immediatamente recuperati dagli scriventi e sottoposti a sequestro amministrativo. Veniva richiesto l’intervento dei veterinari del distretto di Noto, al fine di appurare le condizioni di salute dei due volatili. Certificate le buone condizioni di salute, anche se impossibilitati al volo, i due pappagallini venivano temporaneamente affidati alle cure di un volontario qualificato che provvedeva a trovarne, a titolo gratuito, una sistemazione alloggiativa idonea.

Il commissariato, ha intrapreso ormai da diversi mesi un’azione di contrasto all’abusivismo nel centro storico della città, liberando tutta l’area da ambulanti abusivi, e a tutela degli animali, esseri senzienti come stabilito da sentenze della Cassazione, specie i volatili, sfruttati per fini non consentiti dalla legge e per accattonaggio. La linea repressiva sarà attuata costantemente anche nei mesi estivi, senza soluzione di continuità.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo