Noto, condannato per una truffa dello specchietto: ai domiciliari

L’uomo è stato condannato per una truffa dello specchietto commessa nel bellunese nel gennaio 2015, pertanto, condotto in caserma, è stato tratto in arresto

A Noto, i Carabinieri della locale Stazione, impiegati nell’ambito del quotidiano servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto, in ottemperanza ad ordinanza emessa dal Tribunale di Venezia, Antonino Fiasché, classe 1980, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia.

L’uomo è stato condannato per una truffa dello specchietto commessa nel bellunese nel gennaio 2015, pertanto, condotto in caserma, l’uomo è stato tratto in arresto e, espletate le formalità di rito, portato nella propria abitazione, in regime di detenzione domiciliare, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo