Noto, il Comitato chiede al sindaco Bonfanti di ritrattare la firma e l’apertura di un nuovo dialogo con Asp e Regione Siciliana

Oggi nell'aula del consiglio comunale si riunirà l'unità di crisi

Presa di posizione del comitato Insieme per la tutela della Salute al termine di una lunga settimana di incontri, proteste e sit-in. Lo fa chiedendo principalmente 2 cose. La prima rivolgendosi al sindaco Corrado Bonfanti per la famosa firma in conferenza dei sindaci che avrebbe dato l’ok al piano per la rifunzionalizzazione dell’ospedale riunito Avola-Noto.

La seconda, invece, chiedendo ad Asp e Regione Siciliana di non ignorare la volontà popolare, quella che – su definizione dello stesso comitato – è “fortemente contraria al piano di rifunzionalizzazione della rete sanitaria che, sulla carta, dovrebbe migliorare il servizio in tutta la zona sud della provincia ma che, invece, suscita molte preoccupazioni e dubbi anche alla luce del mancato rientro dei reparti di Pediatria, Ostetricia e Ginecologia al Trigona”.

Comitato che inoltre si dissocia “altresì da episodi conflittuali, anche se solo verbali, fra utenti e personale sanitario a cui va tutto il nostro rispetto. Detti episodi nulla hanno a che vedere con il percorso di lotta pacifica intrapreso dalle donne e dagli uomini di questo  Comitato che, sin dalla sua formazione, ha posto e continua a porre alla base della protesta il dialogo civile e il rispetto delle leggi e delle Istituzioni”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo