Noto, cani impiccati sugli alberi: macabro ritrovamento in contrada Giasira. Indagini in corso

Si tratta di randagi, probabilmente avvelenati. Non avevano alcun microchip: potrebbero essere stati uccisi da qualche altra parte e poi portati lì per motivi ancora poco chiari

Foto d'archivio

Macabro e alquanto misterioso ritrovamento sabato mattina in contrada Giasira, dove un contadino del posto ha scoperto i corpi penzolanti di 4 cani randagi su altrettanti alberi di un terreno che ricade nel comune di Noto, ma che comunque si trova vicino al comune di Rosolini.

Nessuna ipotesi è esclusa e del ritrovamento è già stata informata anche la magistratura. Da quel poco emerso fino ad adesso si sa che i 4 cani randagi erano sprovvisti di microchip e questo rende la loro identificazione praticamente impossibile. Potrebbe trattarsi del gesto di un mitomane ma anche di un avvertimento nei confronti del proprietario del terreno. Così come i cani dovrebbero essere stati avvelenati in un’altra zona e poi portati fino a quell’appezzamento di terreno.

Difficile al momento circoscrivere le ipotesi di reato, per questo magistratura e vigili urbani di Noto stanno approfondendo le verifiche del caso.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo