Noto, cacciaviti e sega nel vano porta ruota di scorta, denunciato 46enne

La Polizia insospettita dalla presenza di 6 persone fuori da 2 veicoli ha proceduto con l'identificazione e poi con la perquisizione veicolare

La Polizia di Noto al termine di una veloce attività investigativa condotta dal dirigente vicequestore aggiunto Paolo Arena, ha denunciato G.C.M., pregiudicato catanese di 46 anni, per il porto di oggetti atti ad offendere.

Intorno alle 22, una volante si è accorta della presenza nei pressi della villa comunale di 2 autovetture in sosta con 6 persone che parlavano tra di loro ma che alla vista della pattuglia sono rientrati in macchina provando ad allontanarsi.

Un comportamento sospetto che ha convinto gli agenti a intimare loro lo stop per alcuni controllo. Tre individui risultavano essere netini mentre i restanti tre catanesi. Dagli accertamenti emergevano numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e non solo per tutto il gruppo.

Così dopo l’identificazione, la Polizia è passata alle perquisizioni e dentro il mezzo di proprietà di uno dei 3 catanesi, dentro il vano per la ruota di scorta, ha trovato alcuni oggetti atti ad offendere. Nel dettaglio diversi cacciaviti, una sega di cm 44, una pinza composta da martelletto e ascia, un coltello da cucina.

“Terminate le formalità di rito – spiegano dalla Polizia –  il gruppo catanese veniva invitato a lasciare il territorio netino non avendo alcuna ragione lavorativa o di parentela che potesse giustificare una loro permanenza. E’ altamente probabile che il gruppo, con la complicità di alcuni pregiudicati locali, stessero pianificando azioni predatorie da porre in atto”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo