Noto, 3 simboli della storia della città Barocca nel bozzetto di Arte in Sali… ta 2019

Dai petali di fiore ai cristalli di sale, l'arte effimera è di casa a Noto

La Colonna Pizzuta, la pergamena con la scritta dedicata a Noto Antica e il leone di Palazzo Nicolaci.

Sono questi i 3 elementi rappresentati nel bozzetto realizzato ieri notte in via Rocco Pirri per la 9^ edizione di Arte in Sali…Ta, appuntamento che rientra negli eventi di Effetto Noto e che permette agli infioratori netini di confrontarsi con un’altra tecnica di arte effimera, ovvero quella che porta a realizzare i bozzetti disegnati a terra con i cristalli di sale colorato.

Quest’anno il progetto è stato curato dall’amministrazione comunale netina, con il bozzetto disegnato dall’associazione Opificio 4 e realizzato anche dalle associazioni Petali D’Arte, Matteo Raeli e Maestri Infioratori.

Un bozzetto a forma ovale, con la scritta “”NETUM INGENIOSA URBS NUMQUAM VI CAPTA” (Noto, città ingegnosa, mai conquistata con la forza) a rendere omaggio all’antica Noto.

A fare da sfondo, la Colonna Pizzuta monumento di epoca greca del III secolo a.C. sito in una collina nei pressi dell’antica città di Eloro, e poi il leone di Palazzo Nicolaci, simbolo della nuova Noto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo