Noto, 23 anni fa il crollo della Cattedrale. Il sindaco Bonfanti: “la sua ricostruzione, simbolo di caparbietà”

Ci sono voluti quasi 11 anni per vedere riaprirsi il portone bronzeo di Giuseppe Pirrone

La sera del 13 marzo 1996, alle 22.13, crollavano la cupola della Cattedrale di San Nicolò e buona parte della navata destra. A distanza di 23 anni e dopo 11 anni di lavoro, restano i ricordi di un periodo buio per tutta la città, adesso però superato e, probabilmente, anche ripagato.

Ci sono voluti quasi 11 anni per vedere riaprirsi il portone bronzeo di Giuseppe Pirrone: era il 18 giugno 2007 e alla cerimonia arrivò anche l’allora Presidente del Consiglio Romano Prodi.

A distanza di 23 anni da quel momento, il sindaco Corrado Bonfanti ricorda così quel momento: “Sono passati 23 anni dal crollo della cupola e della navata di destra della nostra Cattedrale. Sapientemente e magistralmente ricostruita grazie alla capacità, professionalità e competenza di uomini siciliani e non solo, ai quali tutti noi dobbiamo molto. La ricostruzione è stata una nuova ripartenza e di sicuro ha saputo, ancora una volta, tracciare in modo indelebile il carattere, la determinazione e la capacità dei netini. A tutti coloro che sono stati protagonisti di questa ricostruzione e in modo speciale ai siciliani della zona Sud, laici e religiosi, va il mio pensiero, la mia ammirazione e il mio sentimento di gratitudine”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo