Mannarino, Biondi, Meneguzzi e tanto altro per l’estate a Noto ma le polemiche non mancano: 130 mila euro di spesa e tanti eventi comunque a pagamento

Alcune associazioni si lamentano per la bocciatura delle proposte locali e c'è chi stigmatizza il fatto che la maggior parte degli appuntamenti importanti siano a pagamento

Mario Biondi che festeggia i dieci anni di carriera, Mannarino che sceglie la gradinata della Cattedrale per il suo tour e poi Paolo Meneguzzi che sarà a Lido di Noto per il tradizionale concerto del lunedì di San Corrado il 28 agosto assieme ai comici dello show Insieme. E in mezzo altri eventi di musica, spettacoli, arte e cultura per un estate a Noto che costerà in tutto 130 mila euro per una stagione che proseguirà fino a settembre.

Il programma comincia a entrare nel vivo ma porta con sé anche alcune polemiche, soprattutto legate agli eventi a pagamento. Tra le attività in palinsesto la rassegna Class Club 2017, dedicata allo swing, il Folk Barock, il festival della musica popolare ed etnica ma intanto alcune associazioni si lamentano per la bocciatura delle proposte locali e c’è chi stigmatizza il fatto che la maggior parte degli appuntamenti importanti siano a pagamento.

Oltre ai già citati Biondi e Mannarino – si esibiranno in piazza Municipio con tagliando unico già acquistabile – c’è anche il festival NotoMusica 2017 (10 appuntamenti con la musica classica), la rassegna Class Club, le proiezioni di alcuni film all’ex caserma Cassonello e la rassegna Am-Attattori. Facendo due conti, chi volesse seguirli tutti potrebbe ritrovarsi a pagare oltre 250 euro. Nonostante la spesa già dalle casse comunali.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi