Calcio, il Noto vince inutilmente a Ispica, titoli di coda (amari) su una stagione fallimentare

Il terzo posto finale serve solo per le statistiche, un po' come il gol di Cassano contro la Bulgaria ad Euro 2004

Nemmeno i play-off, che sembravano alla portata di una squadra che, giusto per citare le prime quattro in classifica, ha fatto 4 punti su 6 contro il Comiso, 3 su 6 contro il Chiaramonte, 2 su 6 contro il Mazzarrone e 4 su 6 contro il Per Scicli. Mancano i punti con le squadre di metà classifica e il Noto dice addio ai sogni vani di promozione dopo un campionato in cui è rimasto imbattuto – sul campo – fino alla 15^ giornata di ritorno.

Il 3 a 1 di ieri contro la Virtus Ispica serve solo per le statistiche e manda in archivio una stagione a questo punto fallimentare. Chiaramonte e Comiso vincono le rispettive partite (contro Ferla e Città di Canicattini) e conquistano il pass per la Promozione. Il Noto a Ispica ha fatto il suo, con i gol di Lo Pizzo, Montalto e Giarratana, congedandosi dal 3° campionato consecutivo in Prima Categoria con lo stesso risultato dei 2 precedenti: salvezza diretta e un 3° posto che non è servito a nulla.

Un po’ come il gol di Antonio Cassano in Italia-Bulgaria ad Euro 2004.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo