Calcio, il Noto vince il derby, decidono i gol di Bellavita e Giarratana

E' bastato un tempo ai ragazzi di mister Bonarrivo per avere ragione dei cugini della Rinascita Netina

Un gol di Bellavita al 4′ e quello di Giarratana poco dopo la mezzora regalano al Noto la vittoria nel derby: i granata adesso non devono perdere con il Chiaramonte in casa per blindare i play-off mentre la Rinascita aspetta ormai di conoscere l’avversaria da sfidare nei play-out.

Partita non bellissima quella di ieri, con il Noto subito in vantaggio con il solito Bellavita e poi bravo a raddoppiare con Giarratana. Nel secondo tempo Cutrali (Noto), colpisce una traversa nel miglior momento della Rinascita che ci metterà tanto impegno ma non riuscirà a schiodare il risultato dal 2 a 0.

Con questa vittoria il Noto resta a 7 punti dalla coppia di testa e tiene a distanza il Per Scicli quarto. I playoff, però, non sono ancora certi. Il regolamento, infatti, prevede che se tra la 2^ e la 3^ ci siano 10 o più punti di distacco, gli spareggi non verrebbero disputati con immediata promozione della 2^ classificata.

A 2 giornate dalla fine il Noto ha 7 punti di distacco, ma nel prossimo turno affronta in casa il Chiaramonte mentre il Comiso attende il Mazzarrone tra le mura amiche. Qualora le ragusane vincessero entrambe, allungherebbero a +10, costringendo il Noto a dover conquistare 3 punti fuori casa contro la Virtus Ispica all’ultima di campionato sperando che almeno una delle 2 ragusane lasci punti per strada (il Chiaramonte riceverà il Ferla mentre il Comiso andrà a Canicattini). Noto a cui basterebbe un pareggio nel casco in cui una delle 2 squadre perdesse all’ultima giornata.

Discorso diverso per la Rinascita Netina: a 5 punti dall’ultima in classifica Vizzini e altrettanti dalla terzultima Sanconitana, i play-out sembrano ormai sicuri. Li giocherà fuori casa probabilmente contro la Sanconitana: i catanesi inseguono il Pro Ragusa e proveranno a sfruttare il calendario. Gli ultimi due impegni per la Rinascita, invece, saranno la trasferta di Ferla e l’incontro casalingo con il Portopalo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo