Calcio, Noto corsaro a Ferla, pari inutile della Rinascita

Altri 3 punti per il Noto di Nicola Bonarrivo che non perde più. Non perde nemmeno la Rinascita, ma il pareggio serve a poco

Festa del Noto negli spogliatoi

Risultati positivi per le formazioni netine, anche se per la Rinascita il pareggio contro il Motta Sant’Anastasia di fatto non cambia le speranze di raggiungere i play-out. Sorride, invece, il Noto che non solo abbandona per la prima volta da quando è cominciato il campionato la zona play-out ma festeggia il ritorno al gol di Davide Bianca, 38 anni, e membro dello staff tecnico tornato in campo per dare una mano alla squadra granata.

Sabato pomeriggio a Motta Sant’Anastasia la Rinascita Netina si giocava una fetta importante di speranze play-out. Non ha sfruttato l’occasione contro i catanesi che hanno fatto buona guardia, mirando prima a non prenderle. Il risultato a occhiali lascia la Rinascita ultima a quota 8 con 6 partite ancora a disposizione per riacciuffare Motta o Megara Augusta che sono distanti rispettivamente 6 e 7 punti. Sabato anticipo causa elezioni, al Palatucci arriva il New Modica.

Il Noto, invece, sembra rigenerato dalla cura Bonarrivo. Ha vinto a Ferla su un campo al limite del praticabile sfruttando le reti di Campisi, Malandrino (2) e Bianca, quest’ultimo entrato in campo negli ultimi 5 minuti e in rete a distanza di 4 anni. Granata che salgono a quota 21 punti, a parti punto col Militello Val di Catania che affronteranno tra 2 settimane. Classifica corta per evitare l’ultimo posto play-out. In questo momento lo occupa il Militello Val di Catania, sopra ci sono comunque Ferla e Per Scicli a 22, Canicattini a 25 e Virtus Ispica 26. A 8 giornate dalla fine del campionato per il Noto è come se ne cominciasse uno nuovo. Nel weekend sfida casalinga contro il Canicattini, anche se non è stato ufficializzato lo stadio in cui si giocherà.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo