Calcio, la Rinascita Netina aspetta il ripescaggio in Prima Categoria. Silenzio sul futuro del Noto

Soltanto la stesura dei gironi permetterà di avere un quadro chiaro della situazione. I granata potrebbero ripartire dalla Seconda Categoria

Mancherebbe solo l’ufficialità ma la Rinascita Netina, formazione che l’anno scorso militava in Prima Categoria ma che al termine dei play-off è stata retrocessa, potrebbe essere ripescata e rappresentare Noto nella penultima categoria tra i dilettanti.

Per uno strano scherzo del destino potrebbe prendere il posto del Noto: la società granata va verso l’esclusione dai quadri federali dopo oltre 50 anni di attività, di cui gli ultimi 10 trascorsi tra Promozione, Eccellenza e Serie D.

Eccessivi, dicono fonti autorevoli, i debiti relativi alle passate stagioni, con il presidente Salvatore Limer che nei giorni scorsi ha alzato bandiera bianca. Il Noto dovrebbe ripartire dalla Seconda Categoria, magari sfruttando una società giovanile satellite.

La Rinascita Netina, invece, aspetta l’ufficialità del ripescaggio ma nel frattempo ha già ripreso a sudare: mister Salvo Fusca è stato confermato in panchina, così come buona parte della rosa dell’anno scorso.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo