Calcio, che brutta domenica per la Rinascita Netina: perde 3 a 1 contro la Nissa e retrocede in Seconda Categoria

Finale di stagione amaro. Presto una riunione societaria per capire cosa fare nella prossima stagione

È finita nel peggiore dei modi la stagione della Rinascita Netina: la sconfitta 3 a 1 contro la Nissa decreta la retrocessione in Seconda Categoria nonostante tutte e 3 le squadre del girone (l’altra era il Furnari Portorosa) abbiano conquistato 3 punti.

Decisiva la differenza reti, con la Rinascita che fa registrare un -1, la Nissa 0 e il Furnari Portorosa +1.

È la seconda retrocessione consecutiva per la Rinascita, che fa male all’ambiente calcistico netino. In estate il sodalizio ragionerà sul da farsi: chiedere il ripescaggio, proseguire in Seconda Categoria o abbandonare il progetto.

Tante le difficoltà vissute in questa stagione, con problemi di organico e tante squalifiche che hanno costretto il mister Fusca a ridisegnare ogni giornata la formazione iniziale. Resta il rammarico per qualche punto perso fuori casa che, in campionato, avrebbe potuto cambiare le cose.

Contro la Nissa non è bastato il gol del pari di Paladino (il secondo portiere schierato in attacco!), il rigore del 2 a 1 per i locali ha tagliato le gambe ai netini che poi hanno subito la terza rete, quella decisiva per la retrocessione.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo