Biennale di Mantova, il premio speciale della critica al maestro netino d’adozione Quirino De Ieso

Morto nel 2006, di lui hanno scritto, tra gli altri, anche Salvatore Quasimodo, Vittorio Sgarbi e Phillipe Daverio

Vittorio Sgarbi e Licia Oddo, critica del maestro De Ieso

A Quirino De Ieso, maestro postumo morto nel 2006, nato in Campania ma netino di adozione, è stato conferito il prestigioso premio Speciale della Critica in occasione della II Biennale di Mantova Arte expo e con la presenza di opere a carattere erotico (con Vittorio Sgarbi e Philippe Daverio).

Si ricorda che il maestro Quirino De Ieso (ultima pubblicazione monografica Editoriale Giorgio Mondadori) è definito capo scuola mondiale del retinato e il prof. Paolo Levi lo elogia quale ultimo esponente del simbolismo novecentesco liberty.

Di lui hanno scritto e si sono interessati personaggi del calibro di Pablo Picasso, Salvatore Quasimodo, Alfonso Gatto, Vittorio Sgarbi, Paolo Levi, Philippe Daverio e molti altri.

Sue opere si trovano in importanti collezioni e musei in tutto il mondo tra i quali spiccano la collezione della Regina d’Inghilterra, quella dei Reali del Belgio e di molti cardinali in Roma. I critici del maestro De Ieso sono oggi la dott.ssa Licia Oddo e il Dott.Jorge Facio Lince, mentre la direzione generale è affidata al nipote omonimo De Ieso Quirino Jr.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo